Allenamento e Allattamento? Ecco cosa dovresti sapere

Posso correre durante l’allattamento?

Una delle primissime cose che molte mamme vogliono fare dopo aver avuto un figlio è andare a correre!

Desiderano ardentemente il suono della strada sotto i miei piedi, l’odore dell’erba appena tagliata, la sensazione di libertà e il vento in faccia.

Come nuove mamme, non vedono l’ora di uscire ma allo stesso tempo hanno tantissimi dubbi.

Una delle tante domande che le mamme hanno è: “Posso correre durante l’allattamento?”

Se ti sei trovata a fare clic su questo articolo, potresti farti una domanda simile.

Allenamento e Allattamento: La Risposta veloce..

La risposta veloce è sì, l’esercizio durante l’allattamento va benissimo.

E’ ben documentato che l’esercizio fisico è importante per il benessere mentale e fisico.

Per le mamme, l’esercizio fisico è un ottimo modo per socializzare e uscire di casa, perdere peso indesiderato, aumentare la forma fisica e vivere uno stile di vita sano.

La ricerca ha dimostrato che l’esercizio postpartum può persino ridurre le possibilità di depressione postpartum.

Non c’è motivo per cui una mamma che allatta non dovrebbe praticare attività fisica.

Tuttavia, se intende allenarsi durante l’allattamento, ecco tre fatti di cui deve essere consapevole: l’allattamento al seno richiede un maggiore sforzo energetico, l’allattamento al seno richiede un aumento dell’apporto calorico e la densità minerale ossea ne risente.

Come allattare in modo sicuro e praticare attività fisica

Il fabbisogno energetico

Durante il periodo di allenamento e allattamento per continuare ad allattare senza infortuni, le donne devono essere in grado di bilanciare i bisogni del proprio corpo ed il desiderio di essere attivi.

La ricerca dimostra che il fabbisogno energetico di una mamma che allatta è maggiore di quello di una donna incinta.

La fatica è una delle lamentele più comuni tra le madri dopo il parto e il sonno e l’alimentazione sono della massima importanza dopo il parto.

Le donne potrebbero aver bisogno di ulteriori 500 calorie al giorno per un’adeguata produzione di latte e fabbisogno energetico anche prima che l’esercizio fisico venga aggiunto all’equazione.

Una volta aggiunto l’esercizio, l’apporto calorico deve aumentare ulteriormente.

Molte donne attribuiscono il loro “prosciugamento del latte” all’esercizio fisico.

L’esercizio fisico non è in genere il colpevole.

Con un’attività intensa, come la corsa, il ciclismo o una lezione di allenamento ad alta intensità, una mamma che allatta può richiedere un apporto calorico ancora maggiore.

L’idratazione

Anche l’idratazione può essere un problema, con i necessari requisiti di fluidi aumentati.

E’un mito che l’esercizio fisico inibisca la produzione di latte; se la madre si sta laimentando correttamente con cibo e liquidi adeguati per tenere testa della perdita aggiuntiva di acqua e calorie bruciate con l’esercizio fisico, sarà in grado di mantenere la sua scorta di latte.

In effetti, se l’offerta di latte diminuisce con l’aumentare dell’attività, ciò potrebbe essere un segno che è necessario aumentare le calorie e /o i liquidi consumati.

Un altro fatto meno noto è che le fratture da stress possono essere più comuni nel periodo postpartum.

La densità ossea

La densità minerale ossea (BMD) ? interessata durante questo periodo, in particolare durante l’allattamento.

Ciò si verifica perchè il calcio nelle ossa della madre viene mobilizzato per soddisfare la crescente domanda di calcio nel latte materno.

Durante l’allattamento, la perdita ossea va dall’1 al 3% al mese, in particolare in aree come l’anca e la colonna lombare.

Nella maggior parte delle donne, la perdita di BMD è invertita con l’interruzione dell’allattamento al seno e può tornare al basale in 12-18 mesi.

La perdita di BMD è associata all’osteopenia e all’osteoporosi più avanti nella vita ed è un fattore nelle lesioni da stress osseo, come reazioni da stress e fratture da stress tra i corridori.

Tutto questo per dire che esiste un alto rischio di fratture da stress postpartum e specialmente durante l’allattamento.

Per ridurre il rischio di lesioni a volte può essere d’aiuto prendere in considerazione la possibilità di lavorare con un personal trainer per eseguire esercizi di sollevamento pesi.

Benefici dell’esercizio fisico vs controindicazioni

E’ vero che l’allattamento aumenta il fabbisogno energetico del corpo.

E’ anche vero che l’allattamento al seno pu? influire negativamente sulla densità minerale ossea.

Eppure, nonostante questi fatti, non c’è davvero alcun motivo per cui una donna non dovrebbe fare esercizio durante l’allattamento.

La chiave per rimanere sani, senza infortuni e attivi durante questo periodo è rimanere idratati, mangiare abbastanza e ascoltare il tuo corpo.

Non fare troppo tardi ed assicurati sempre di riposare molto.

I benefici dell’esercizio fisico superano in modo significativo tutti i potenziali problemi che possono derivare dalla combinazione di esercizio fisico e allattamento.

Quindi, signore, sentitevi libere di andare a correre o iscrivervi alla vostra lezione di allenamento preferita senza preoccuparvi.

Sarai grata di averlo fatto!

Pronta a saperne di più su come sbloccare il potere del cibo per curare il tuo corpo, prevenire le malattie e raggiungere una salute ottimale?

>

​Guida ​scientificamente testata rivela le linee guida per una vita più sana e longeva